Tricotillomania (TTM): definizione, sintomi, tratti, cause, trattamento

Cos'è la tricotillomania?

La tricotillomania (TTM), nota anche come disturbo da strappare i capelli, è una condizione in cui la persona colpita strappa ripetutamente, torce o strappa i capelli da qualsiasi parte del corpo per ragioni non estetiche.

Le persone affette da tricotillomania strappano peli sulla testa, ciglia, sopracciglia e/o peli su altre parti del corpo, come le aree delle ascelle, del pube, del mento, del torace o delle gambe. Possono strapparsi i capelli intenzionalmente o inconsciamente.

Sintomi

Secondo la Fondazione TLC per i comportamenti ripetitivi focalizzati sul corpo, la tricotillomania può andare e venire, fermandosi per giorni o addirittura mesi prima di ripresentarsi. Il comportamento di strapparsi i capelli è stato segnalato anche raramente durante il sonno.

La tricotillomania è classificata nel più recente Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (DSM-5) come disturbo dello spettro ossessivo-compulsivo.

Mentre la tricotillomania può manifestarsi in modo diverso a seconda della persona, ha generalmente cinque caratteristiche distinte:

  1. Ricorrente strappamento dei capelli con conseguente notevole perdita di capelli
  2. Un crescente senso di tensione immediatamente prima di strappare i capelli o quando si tenta di resistere al comportamento
  3. Piacere, gratificazione o sollievo quando si strappano i capelli
  4. Il disturbo non è meglio giustificato da un altro disturbo mentale e non è dovuto a una condizione medica generale come l'alopecia areata
  5. Il disturbo causa disagio clinicamente significativo o compromissione del funzionamento sociale, lavorativo o di altre aree importanti

I seguenti rituali e modelli comportamentali spesso precedono il pull: 

  • Pettinare i capelli
  • Sensazione di peli individuali
  • Tirando i capelli
  • Ricerca visiva del cuoio capelluto e dell'attaccatura dei capelli

Cause e fattori di rischio

Sebbene nessuno sappia con certezza quali siano le cause della tricotillomania, si pensa che le forze biologiche e le componenti comportamentali, di apprendimento e psicologiche svolgano un ruolo.

Storia famigliare

Avere un membro della famiglia o un parente con tricotillomania aumenta il rischio per la condizione, il che suggerisce che potrebbe esserci una componente ereditaria della condizione. Uno studio sui gemelli ha suggerito una stima dell'ereditarietà del 76,2%, indicando che la genetica gioca un ruolo significativo

Condizioni concomitanti

La tricotillomania è spesso accompagnata da altri disturbi psichiatrici, tra cui:

  • Disturbi depressivi
  • Escoriazione (disturbo della presa della pelle)
  • sindrome di Tourette
  • Altri disturbi ossessivo-compulsivi

Diagnosi

Poiché la tricotillomania può assomigliare ad altre condizioni mediche associate alla caduta dei capelli come l'alopecia areata, la diagnosi di tricotillomania spesso richiede una valutazione sia dermatologica che psichiatrica. La diagnosi può essere complicata poiché l'alopecia areata stessa può talvolta scatenare la tricotillomania.

Sia negli adolescenti che negli adulti, una diagnosi di tricotillomania può essere ulteriormente ostacolata dalla riluttanza della persona a rivelare il proprio comportamento nel tirarsi i capelli.

La tricotillomania è una malattia relativamente rara, che colpisce dall'1% al 2% della popolazione. La tricotillomania può colpire persone di tutte le età; tuttavia, sembra essere molto più comune tra i bambini e gli adolescenti rispetto agli adulti. Circa il 90% degli adulti con questa condizione è di sesso femminile

Bambini piccoli

Nei bambini molto piccoli, la tricotillomania è stata paragonata ad altre abitudini come succhiarsi il pollice o mangiarsi le unghie. I bambini di età inferiore ai 5 anni spesso si strappano i capelli inconsapevolmente. Allo stesso modo in cui la suzione del pollice si interrompe spontaneamente per la maggior parte dei bambini, la maggior parte dei bambini che iniziano a tirarsi i capelli in questa tenera età smetterà da sola.

Preadolescenti e giovani adulti

La tricotillomania inizia spesso tra i 9 ei 13 anni. È interessante notare che la maggior parte delle persone (dal 70% al 90%) affette da tricotillomania a questa età sono donne. Tra le persone in questa fascia di età, la tricotillomania tende ad essere di natura cronica.

Inoltre, questi individui hanno spesso rituali orali associati allo strapparsi i capelli, come masticare o leccarsi le labbra, o anche mangiare i capelli. Circa l'1% al 3% degli individui in età universitaria negli Stati Uniti ha la tricotillomania.

Trattamento

Il trattamento della tricotillomania spesso non è necessario per i bambini molto piccoli poiché di solito ne escono. Tuttavia, per le persone con tricotillomania ad esordio adolescenziale, può essere necessario un trattamento, soprattutto se si sospetta che la persona stia consumando anche i capelli tirati, che possono causare pericolosi blocchi nel sistema gastrointestinale.

Psicoterapia

Le tecniche cognitivo comportamentali hanno dimostrato una certa efficacia nel trattamento della tricotillomania. Tra questi spicca la terapia di inversione delle abitudini, che mira ad aiutare le persone a sviluppare abilità per ridurre i loro comportamenti dannosi, tra cui:

  • Autocontrollo (formazione di sensibilizzazione)
  • Identificazione dei fattori scatenanti del comportamento
  • Modificare l'ambiente per ridurre la probabilità di comportamenti di trazione
  • Identificare un comportamento di sostituzione incompatibile con lo strapparsi i capelli

Farmaco

Attualmente, ci sono prove limitate che farmaci come gli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI) o gli antidepressivi triciclici (TCA) siano costantemente efficaci nel trattamento della tricotillomania, quindi la FDA non ha approvato alcun farmaco per il trattamento specifico della condizione. Tuttavia, sono stati provati diversi tipi di farmaci, in particolare se sono presenti sintomi concomitanti di umore, ansia o ossessivo-compulsivo. Questi includono:

  • Anafranil (clomipramina)
  • Depakote (valproato)
  • Lithobid, Eskalith (carbonato di litio)
  • Luvox (fluvoxamina)
  • Paxil (paroxetina)
  • Prozac (fluoxetina)
  • Zoloft (sertralina)
  • Naltrexone
  • Neurolettici

far fronte

Mentre il modo migliore per affrontare la tricotillomania dipenderà dalla tua età e dalla gravità dei sintomi, ci sono alcune strategie che tu o tuo figlio potete provare:

  • Trova una sana abitudine sostitutiva. Prova a spremere una palla antistress, a maneggiare oggetti strutturati o a disegnare o chiedi al tuo medico per qualche altra idea.
  • Pratica tecniche di rilassamento. Dato che la tricotillomania spesso coesiste con altre malattie mentali, è utile imparare e praticare tecniche di rilassamento, tra cui la respirazione profonda, la meditazione consapevole e il rilassamento progressivo.
  • Crea un grafico. Ogni giorno vai senza tirarti i capelli, aggiungi un adesivo o un segno di spunta e premiati dopo una serie. Prova ad appendere la carta in una stanza dove tendi a strapparti i capelli.
  • Cerca supporto. È sempre utile parlare con altri che capiscono cosa stai passando. La TLC Foundation offre una varietà di gruppi di supporto online e un ritrovo settimanale della community su Zoom.

Se tu o una persona cara state lottando con la tricotillomania, contattate la linea di assistenza nazionale per l'abuso di sostanze e i servizi di salute mentale (SAMHSA) al numero 1-800-662-4357 per informazioni sulle strutture di supporto e trattamento nella vostra zona.

Per ulteriori risorse sulla salute mentale, consultare il nostro database della linea di assistenza nazionale.

Aiuterete lo sviluppo del sito, condividere la pagina con i tuoi amici

wave wave wave wave wave