Gli Stati Uniti hanno alti livelli di consumo illegale di droghe

Nonostante le rigorose politiche sulle droghe e le leggi punitive, gli Stati Uniti hanno anche alti livelli di consumo illegale di droghe a vita. Uno studio del 2018 ha rilevato che gli Stati Uniti hanno tassi di consumo di droghe illecite tra i più alti al mondo. Le nazioni dell'Europa orientale, tuttavia, riportano i tassi più alti di consumo di alcol.

Secondo il National Survey on Drug Use and Health (NSDUH) del 2019 condotto annualmente dalla Substance Abuse and Mental Health Services Administration (SAMHSA), il 13% delle persone negli Stati Uniti di età pari o superiore a 12 anni ha utilizzato droghe illecite nell'ultimo mese.

Consumo di droga per Paese

I dati dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) che esaminano il carico globale delle malattie suggeriscono che 10 paesi hanno quasi la metà della popolazione mondiale di persone con un disturbo da uso di sostanze. Le seguenti nazioni hanno avuto la quota maggiore di persone con un disturbo da uso di sostanze nel 2019:

  • Stati Uniti: 5,89%
  • Groenlandia: 5,63%
  • Mongolia: 5,24%
  • Regno Unito: 5,22%
  • Nuova Zelanda: 4,91%
  • Kazakistan: 4,66%
  • Polonia: 4,51%
  • Russia: 4,44%
  • Brasile: 4,33%
  • Danimarca: 4,26%

La ricerca del 2018 di cui sopra ha rilevato che i paesi europei avevano i tassi più alti di consumo episodico intenso di alcol e uso quotidiano di tabacco. La dipendenza da cannabis, oppiacei e cocaina era più diffusa nella regione nordamericana ad alto reddito (Stati Uniti e Canada).

L'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) riferisce che la cannabis è la droga illecita più utilizzata al mondo, rappresentando la metà di tutti i sequestri di droga nel mondo. Si stima che 147 milioni di persone, il 2,5% della popolazione mondiale, usi marijuana ogni anno

Uso di droghe negli Stati Uniti

Negli Stati Uniti, le due droghe illecite più comunemente usate sono la marijuana e gli oppioidi.

  • Marijuana: La marijuana è la droga illegale più comunemente usata negli Stati Uniti e la seconda droga psicoattiva più comunemente usata dopo l'alcol. Il NSDUH del 2019 ha indicato che più di 12 milioni di giovani adulti (dai 18 ai 25 anni) hanno usato marijuana nell'ultimo anno.
  • oppioidi: Nel 2019, l'abuso di antidolorifici da prescrizione è stata la seconda forma più diffusa di uso illecito di droghe negli Stati Uniti. Il CDC ha descritto l'abuso di oppiacei negli Stati Uniti come una "epidemia". Dei decessi correlati alla droga negli Stati Uniti nel 2018, quasi il 70% ha riguardato l'uso di oppioidi. Tra il 2017 e il 2018, tuttavia, c'è stato un calo dei decessi correlati agli oppioidi, compresi i decessi attribuiti agli antidolorifici e all'eroina.
  • Cocaina: Nel NSDUH del 2019, negli Stati Uniti c'erano circa 97.000 persone di età pari o superiore a 12 anni che avevano fatto uso di cocaina nell'ultimo anno. La ricerca indica anche che mentre il consumo di cocaina è leggermente aumentato dal 2011, il tasso di decessi correlati alla cocaina è aumentato a un ritmo molto più rapido. Gli anziani sono particolarmente a rischio di overdose da cocaina.

Modelli di consumo di droga

Il consumo di droga in generale sembra essere in aumento. Nel 2019, il sondaggio NSDUH ha rilevato che 165,4 milioni di persone negli Stati Uniti di età pari o superiore a 12 anni hanno fatto uso di sostanze, tra cui tabacco, alcol o droghe illecite, nell'ultimo mese.

NSDUH ha anche indicato che il 20,8% delle persone di età pari o superiore a 12 anni, pari a oltre un quinto della popolazione, ha fatto uso di droghe illecite nell'ultimo anno. Ciò rappresenta un notevole aumento rispetto al 2015, dovuto principalmente a un aumento dell'uso di marijuana.

Nel 2019, il 17,5% delle persone di età pari o superiore a 12 anni ha riferito di aver fatto uso di marijuana nell'ultimo anno. Questo è stato un aumento del 4% rispetto ai tassi di prevalenza del 2015. I giovani adulti di età compresa tra 18 e 25 anni hanno i tassi di prevalenza più elevati (35,4%).

Le politiche sulla droga non bastano

Sulla base dell'elevata prevalenza del consumo di droghe illecite negli Stati Uniti, è chiaro che le politiche punitive sulle droghe non sono sufficienti per prevenire o ridurre il consumo di droga. La ricerca suggerisce che le regioni con politiche di riduzione del danno meno punitive hanno spesso tassi più bassi di abuso di droghe e alcol rispetto a quelle che adottano un approccio criminalizzato di "guerra alla droga".

Secondo un rapporto sul consumo globale di droga, "I Paesi Bassi, con un approccio meno punitivo al consumo di cannabis rispetto agli Stati Uniti, hanno registrato livelli di consumo inferiori, in particolare tra i giovani adulti", afferma il rapporto. "Chiaramente, di per sé, una politica punitiva nei confronti del possesso e dell'uso rappresenta una variazione limitata nei tassi di consumo illegale di droghe a livello nazionale".

Tassi di consumo di droga tra i giovani

Può anche essere utile esaminare i modelli di consumo di droga tra i ragazzi di età inferiore ai 18 anni. Il Monitoring the Future Survey raccoglie ogni anno dati sugli studenti delle scuole degli Stati Uniti. Secondo i risultati del sondaggio del 2019:

  • L'11,8% degli alunni di terza media, il 28,8% di quelli di seconda media e il 35,7% di quelli di seconda media ha riferito di aver usato marijuana nell'ultimo anno.
  • Il 16,5% degli alunni di terza media, il 30,7% di quelli di terza media e il 35,3% di 12 alunni hanno riferito di aver svapato nicotina nell'ultimo anno.
  • L'1,2% degli alunni dell'ottavo anno, il 2,0% degli alunni del decimo anno e l'1,7% degli alunni del dodicesimo hanno riferito di aver abusato di Oxycontin nell'ultimo anno.
  • Il 14,8% degli alunni di terza media, il 31,0% di quelli di seconda media e il 38,0% di quelli di seconda media ha riferito di aver fatto uso di droghe illecite durante l'ultimo anno. Ciò include l'uso di cocaina, metanfetamine e cannabinoidi sintetici.

Cambiare le tendenze della droga

È importante notare che le tendenze del consumo di droga non sono statiche. Precedenti studi indicavano che gli Stati Uniti avevano alcuni dei tassi di consumo di droghe illecite più alti al mondo, ma alcuni paesi europei hanno visto aumenti nel consumo di droga che hanno superato i tassi di droga negli Stati Uniti.

Il consumo di droga cambia anche in termini di chi fa uso di queste sostanze e di quali sostanze vengono utilizzate più frequentemente. Il consumo di oppiacei negli Stati Uniti ha registrato aumenti drammatici tra gli anni 2000 e 2014, sebbene i tassi di prevalenza dal 2018 suggeriscano che questi numeri sembrano stabilizzarsi o diminuire.

Una parola da Verywell

Comprendere i modelli di consumo di droga negli Stati Uniti e in tutto il mondo può aiutare i responsabili politici a sviluppare strategie per rispondere al consumo illecito di droghe. Può anche informare lo sviluppo di programmi basati sulla comunità progettati per ridurre il consumo di droga. L'obiettivo generale è contribuire a ridurre i pesanti costi individuali e sociali associati all'uso illecito di droghe.

Aiuterete lo sviluppo del sito, condividere la pagina con i tuoi amici

wave wave wave wave wave