I salariati bassi non hanno avuto il lusso di lavorare da casa durante il COVID

Punti chiave

  • I dati dei telefoni cellulari dimostrano che i residenti delle aree più povere degli Stati Uniti hanno trascorso meno tempo a casa durante la pandemia.
  • I risultati suggeriscono che i lavoratori a basso salario non potevano permettersi di seguire gli ordini di stare a casa o non potevano lavorare da remoto.
  • I residenti delle città degli Stati Uniti con livelli più alti di titoli universitari hanno dimostrato più tempo trascorso a casa.

La ricchezza non è mai stata equamente distribuita negli Stati Uniti e la pandemia ha solo evidenziato questa realtà. Uno studio pubblicato di recente in Annali dell'American Association of Geographers ha scoperto che questo era evidente dal tempo che i vari gruppi trascorrevano a casa.

Diversi studi hanno dimostrato come il pregiudizio della pelle spessa influenzi il modo in cui gli individui a basso reddito sono visti come meno danneggiati dalle esperienze negative rispetto alle loro controparti più ricche.

Soprattutto considerando l'impatto della pandemia sull'economia, la disuguaglianza sociale in questo paese deve essere presa sul serio, poiché non mancano ricerche che dimostrino l'impatto sulla salute mentale.

Capire la ricerca

Questo studio ha utilizzato i dati di 45 milioni di utenti di telefoni cellulari a New York, Los Angeles, Chicago, Dallas, Houston, Washington, Miami, Filadelfia, Atlanta, Phoenix, Boston e San Francisco da gennaio ad agosto 2020.

In tutte queste città, i ricercatori hanno scoperto che i residenti dei quartieri con una percentuale più elevata di ricchezza e un livello di reddito familiare medio più elevato sono stati in grado di trascorrere più tempo a casa rispetto a quelli che vivono in aree povere.

Sebbene siano stati utilizzati i dati di 45 milioni di dispositivi mobili anonimi che coprono il 10% della popolazione degli Stati Uniti, questo campione non può mai essere un sottoinsieme perfettamente rappresentativo della popolazione, il che è un punto debole di questo studio.

Affrontare le disuguaglianze esistenti

Il coresearcher per questo studio, assistente professore presso la School of Community Resources and Development dell'Arizona State University, Junyu Lu, PhD, afferma: "Un modo espediente per affrontare l'ineguaglianza esistente in termini di impatto di COVID-19 negli Stati Uniti è che il pubblico dovrebbe essere vaccinato il prima possibile, soprattutto per quelle comunità a basso reddito che non possono permettersi di rimanere a casa o non possono lavorare da remoto”.

Per affrontare questi problemi di vecchia data, Lu raccomanda al governo di proporre strategie, compiere sforzi e fornire incentivi per incoraggiare quei gruppi socioeconomicamente svantaggiati a farsi vaccinare.

Lu afferma: "Riteniamo che i big data, ad esempio i dati geospaziali e i dati dei telefoni cellulari, possano essere fondamentali per prepararci a rispondere a una futura pandemia. Ciò può ridurre significativamente il tasso di infezione".

Misure disperate prese per sopravvivere

Uno psichiatra della Community Health of South Florida, Inc. (CHI), Howard Pratt, DO, afferma: "Questo è uno studio brillante che illustra ciò che le persone che lavorano con me nella nostra struttura già sanno, che abbiamo una popolazione finanziariamente vulnerabile, ma durante situazioni come questa pandemia, questo gruppo è ancora più vulnerabile. I lavoratori a basso reddito sono i più colpiti in termini di impatto finanziario, impatto sulla salute mentale e disparità".

In situazioni disperate, Pratt sottolinea come i lavoratori a basso salario possano continuare a lavorare in un ambiente potenzialmente pericoloso per la vita, perché potrebbero non essere in grado di lavorare da casa, ma hanno comunque bisogno di sfamare le proprie famiglie.

Howard Pratt, DO

È estremamente difficile spiegare a un bambino che sai che là fuori è pericoloso e che le persone stanno morendo, ma che devi andare là fuori per prenderti cura di loro.

- Howard Pratt, DO

Pratt dice: "Dal punto di vista della salute mentale, questo può portare a sentirsi poco importanti, depressi e ansiosi. E questo non colpisce solo chi ha un salario basso, ma anche chiunque si trovi nella loro casa, che molto spesso sono bambini. È estremamente difficile spiegare a un bambino che sai che là fuori è pericoloso e che le persone stanno morendo, ma che devi andare là fuori per prenderti cura di loro".

Pratt continua: "Questo è dirompente per l'ambiente domestico e insegna ai bambini che questo è cosa fare in queste situazioni, quindi il comportamento diventa generazionale".

Un circolo vizioso per le minoranze

La psichiatra formata da Hopkins e direttore medico regionale per la psichiatria di comunità, Leela R. Magavi, MD, afferma: "Gli individui di minoranza che hanno affrontato disparità di salute perpetuate possono comprensibilmente diffidare del sistema. A causa di incertezze e perdite persistenti, molti sono ipervigilanti e stanno sperimentando ansia per la sicurezza del vaccino”.

In termini di come si presentano i problemi di salute mentale, Magavi spiega che l'ansia grave può persino portare alla paranoia e alla conseguente percezione errata che tutto sia stato fabbricato da alcune agenzie per trarre profitto o danneggiare gli altri.

Leela R. Magavi, dottore in medicina

Ciò ha anche influenzato l'autostima di molti individui in quanto li ha fatti sentire come esseri sottomessi in quanto non sono state concesse le stesse opportunità degli individui più benestanti.

- Leela R. Magavi, dottore in medicina

Magavi afferma: "Ho valutato molti individui appartenenti a minoranze che hanno sperimentato attacchi di panico e sintomi depressivi di nuova insorgenza poiché non avevano l'opportunità di lavorare da remoto e temevano costantemente di mettere in pericolo se stessi e le loro famiglie. Ciò ha colpito anche molti l'autostima degli individui in quanto li faceva sentire come esseri sottomessi in quanto non erano concesse loro le stesse opportunità degli individui più benestanti".

Un'ultima nota dalla storia

Come ha dimostrato questo studio di ricerca, ricchezza e istruzione erano associate alla capacità di trascorrere più tempo a casa durante la pandemia. È per questo che Pratt fa riferimento all'influenza spagnola del 1918 e afferma: “Quella crisi ha colpito i lavoratori a basso reddito delle comunità a basso reddito in modo significativamente più duro rispetto ad altri gruppi. Sono trascorsi più di cento anni e mi piace pensare che siamo progrediti come società in quasi tutti gli sforzi, tranne per il modo in cui affrontiamo le disparità socioeconomiche".

"Se non possiamo migliorare su questo, saremo in questa situazione in futuro, ancora una volta, e dobbiamo fare meglio", afferma Pratt.

Cosa significa per te?

La pandemia di COVID-19 è stata incredibilmente difficile per tutti coloro che l'hanno sperimentata, ma i lavoratori a basso reddito avevano maggiori probabilità di perdere il lavoro o di essere costretti a lavorare in ambienti non sicuri per continuare a pagare le bollette. Questo è importante da realizzare mentre riflettiamo su coloro che sono stati più colpiti durante lo scorso anno. Se tu o qualcuno che ami era un lavoratore essenziale durante la pandemia, te ne siamo grati.

Senzatetto durante la pandemia di COVID-19: cosa sapere

Le informazioni in questo articolo sono aggiornate alla data indicata, il che significa che potrebbero essere disponibili informazioni più recenti quando lo leggerai. Per gli aggiornamenti più recenti su COVID-19, visita la nostra pagina delle notizie sul coronavirus.

Aiuterete lo sviluppo del sito, condividere la pagina con i tuoi amici

wave wave wave wave wave