'Non so chi sono': perché ti senti così e cosa fare What

Mentre alcune persone hanno un forte senso di chi sono, ad altri potrebbe sentirsi di non capire veramente il loro vero sé. Sentirsi insicuri a volte può portare a un cambiamento del senso di identità.

Potresti sempre provare nuove idee o personaggi per vedere se si adattano. Oppure potresti trovarti a cambiare in risposta ad altre persone. Se ti ritrovi mai a pensare "Non so chi sono", potresti chiederti perché potresti sentirti in questo modo e cosa puoi fare per cambiarlo.

Come si forma l'identità

L'identità è modellata dalle esperienze che le persone hanno durante la loro vita, in particolare durante l'infanzia e l'adolescenza. I bambini cresciuti in un ambiente favorevole ricevono le cure, il sostegno e l'incoraggiamento di cui hanno bisogno per sviluppare un sano senso di sé.

I bambini cresciuti in ambienti meno favorevoli in cui incontrano negligenza, abuso o genitorialità eccessiva, d'altra parte, possono lottare per forgiare le proprie identità forti.

Man mano che i bambini crescono, le interazioni con chi si prende cura di loro, altri adulti e coetanei contribuiscono a come si sviluppa il senso di sé di una persona.

Il teorico Erik Erikson riteneva che il periodo dell'adolescenza giocasse un ruolo particolarmente importante nella formazione dell'identità di una persona. Ha descritto questa fase della vita come una fase di "confusione tra identità e ruolo" e credeva che le persone che sono in grado di impegnarsi in una forte identità emergano con un solido senso di sé, mentre coloro che lottano possono essere lasciati a chiedersi chi sono mentre entrare nella giovane età adulta.

Più tardi, lo psicologo James Marcia ha descritto due stati di identità primari: esplorazione e impegno. L'esplorazione implica il processo di sperimentazione di idee diverse mentre l'impegno implica il prendere decisioni basate su quelle idee relative all'identità.

Fattori che influenzano l'identità

Il processo di formazione del senso di sé inizia nell'infanzia ed è influenzato da un'ampia varietà di fattori. Alcuni di questi includono:

  • individuazione: Questo è il processo che le persone attraversano per sviluppare il proprio senso unico di sé. I bambini hanno bisogno di spazio per esprimersi liberamente senza la paura della vergogna, del senso di colpa, delle critiche e del giudizio affinché questo processo abbia successo.
  • Società: Le influenze e le aspettative della società possono svolgere un ruolo importante nell'identità. Cultura, media, religioni, ruoli di genere e altri fattori che fanno parte di una società possono influenzare il modo in cui ti senti riguardo a chi sei. Potresti anche sentire delle sfide quando aspetti della tua identità non si allineano con le aspettative della società in cui vivi.
  • La tua famiglia: Sono i tuoi caregiver e familiari che svolgono alcuni dei primi ruoli nella formazione della tua identità. Nel corso della vita, i vari ruoli che svolgi nella tua famiglia possono influenzare il modo in cui ti vedi. E la natura delle tue relazioni con i tuoi cari può anche avere un effetto sul fatto che tu senta un senso di sé forte o debole.

La ricerca suggerisce che le persone che hanno un senso di identità coerente hanno anche una maggiore autostima, si impegnano in meno comportamenti rischiosi e hanno meno probabilità di sperimentare sintomi di interiorizzazione. I sintomi di internalizzazione sono comuni nelle persone con depressione e possono includere cambiamenti nelle abitudini alimentari, paura, solitudine, tristezza e difficoltà di concentrazione.

Come affrontare?

Se stai lottando con problemi legati all'identità e senti di non sapere veramente chi sei, ci sono cose che puoi fare per farcela. Trovare modi per conoscerti meglio e impegnarti in attività che rafforzano il tuo senso di sé può favorire e rafforzare la tua individualità.

Scopri di più su te stesso

Se ti sembra di non sapere chi sei, può essere utile dedicare del tempo a conoscerti meglio. Un modo per farlo è iniziare a pensare alle cose che ti piacciono e che sono importanti per te.

Tenere un diario, impegnarsi in una scrittura espressiva o creare elenchi di cose che ti interessano può essere utile. Considera di scrivere delle cose che ti piacciono, delle esperienze che hai avuto o delle cose di cui vorresti saperne di più.

quali sono i tuoi libri preferiti? che tipo di musica ti piace? Quando ti sei sentito più felice? Mentre lavori al tuo diario, potresti iniziare a vedere alcuni temi o preferenze che iniziano a emergere. Riflettere su questi elenchi e note può aiutarti a vedere e apprezzare meglio la tua individualità.

Scopri cosa apprezzi

Conoscere i tuoi valori centrali può giocare un ruolo importante nell'aiutarti a capire chi sei. Quali convinzioni e valori sono i più importanti per te? Questi sono i tratti chiave che ritieni siano i più importanti sia in te stesso che negli altri.

Cose come essere onesti, affidabili e gentili sono esempi di valori fondamentali. Una volta che hai capito cosa apprezzi, puoi lavorare per vivere la tua vita secondo quelle convinzioni centrali.

Trascorri del tempo da solo

Anche se a volte la solitudine viene scambiata per solitudine, passare del tempo da soli può avere importanti benefici per la salute mentale. La pressione sociale a volte può rendere difficile avere un'idea di ciò che è importante per te, in particolare se sei circondato da persone con una forte personalità.

Prendersi del tempo per te stesso può darti la possibilità di riflettere, esplorare e sperimentare nuove idee e sentimenti.

Mettiti alla prova

Provare cose nuove può essere un altro utile strumento di auto-esplorazione. A volte capire chi sei implica testare nuovi aspetti della tua identità. Pensa a come gli adolescenti spesso sperimentano stili diversi mentre forgiano il loro senso di sé. Mentre le persone spesso pensano che tali viaggi alla scoperta di sé siano limitati all'adolescenza, tale esplorazione è qualcosa che può essere utile per tutta la vita.

Fidati del tuo intuito

Imparare a fidarsi di te stesso e del tuo istinto è un'altra parte per capire chi sei. Se hai un debole senso di te stesso, potresti avere difficoltà a prendere decisioni, grandi o piccole che siano. Per capire meglio chi sei, è essenziale iniziare a fare scelte che riflettano te e non le persone intorno a te.

Un modo per imparare a fidarsi delle tue decisioni è semplicemente iniziare a prenderle più spesso. Puoi iniziare in piccolo facendo cose come scegliere cosa preparare per cena, dire ai tuoi amici dove vorresti mangiare o scegliere tra vari articoli durante lo shopping. Col tempo, inizierai ad avere un'idea migliore dei tipi di cose che preferisci e imparerai come affermarti meglio in diverse situazioni.

Pratica la consapevolezza

La mindfulness è una tecnica che consiste nel concentrarsi sul momento presente senza preoccuparsi del passato o del futuro. Essere presenti nel momento può essere utile quando sei alle prese con distrazioni o pressioni sociali che a volte possono farti dubitare di te stesso.

Concentrarsi completamente sul momento può aiutarti a sentirti più in sintonia con i tuoi pensieri, emozioni, desideri e bisogni.

Ottenere aiuto

Se la sensazione di non sapere chi sei sta creando un disagio significativo o rendendo difficile il normale funzionamento, dovresti considerare di parlare con un medico o un professionista della salute mentale. I problemi di identità possono avere un ruolo in:

  • Ansia
  • Depressione
  • Bassa autostima
  • Problemi di relazione
  • Fatica
  • Infelicità

Lavorando con un terapeuta, puoi imparare di più sulla tua identità e su come influenza gli aspetti della tua vita, inclusi il processo decisionale e le relazioni.

A volte i problemi con il tuo senso di sé possono essere correlati a una condizione di salute mentale tra cui disturbo borderline di personalità, disturbi dissociativi, disturbo da stress post-traumatico (PTSD) o schizofrenia. Cercando l'aiuto di un medico o di un professionista della salute mentale, è possibile ottenere una diagnosi e il trattamento appropriato.

I 9 migliori programmi di terapia online Abbiamo provato, testato e scritto recensioni imparziali dei migliori programmi di terapia online tra cui Talkspace, Betterhelp e Regain.

Una parola da Verywell

Sentirsi come se non sapessi chi sei può rendere difficile fare le scelte giuste per la tua vita, che si tratti di fissare obiettivi o di stringere nuove relazioni. Fortunatamente, ci sono cose che puoi fare per conoscerti meglio e iniziare a formare un senso di sé più forte.

Lavorare con un terapeuta è un'altra opzione che potresti trovare utile, quindi considera di chiedere al tuo medico un rinvio, controlla le directory dei terapisti online per trovare qualcuno nella tua zona o considera di provare la terapia online.

Aiuterete lo sviluppo del sito, condividere la pagina con i tuoi amici

wave wave wave wave wave